Segui Dimensione Azzurro su InstagramSegui Dimensione Azzurro su YouTubeSegui Dimensione Azzurro su TwitterSegui Dimensione Azzurro su Facebook
 

A Doha per esportare un brand

C Doha
E così si giocherà a Doha. E prima di Doha ci fu Pechino, e prima di Pechino ci fu Tripoli, e prima di Tripoli ci fu East Rutherford nel New Jersey, e prima di East Rutherford ci fu Washinghton. Più che Supercoppa italiana meglio definirla "Supercoppa itinerante". Con Doha avremmo toccato il quarto continente su cinque, per fare il pieno mancherebbe solo l'Oceania. E siamo sicuri che, da qualche parte nella Lega Serie A, l'idea di giocarla a Sidney sarà anche stata presa in considerazione.

Leggi tutto...

Commenti (6) Visualizzazioni: 25

Sulla scia dei Templari: alla scoperta dei simboli esoterici da San Giovanni a Carbonara al Duomo di Napoli

Sulla scia dei Templari: alla scoperta dei simboli esoterici da San Giovanni a Carbonara al Duomo di Napoli

Sabato 20 dicembre, sarete coinvolti in un suggestivo tour alla scoperta dei misteri e dei segreti celati nei messaggi esoterici degli antichi luoghi fuori le mura della Napoli Medioevale.

Un viaggio a ritroso nel tempo, dal complesso conventuale di San Giovanni a Carbonara, con i suoi misteriosi simboli esoterici della Cappella Caracciolo del Sole, proseguendo per via Carbonara antico scenario di tornei cavallereschi nella Napoli angioina e aragonese, fino a giungere alla Cattedrale di Napoli.

Leggi tutto...

Commenti (14) Visualizzazioni: 45

Rassegna stampa del 19 dicembre 2014

Il Corriere dello Sport

Leggi tutto...

Commenti (15) Visualizzazioni: 45

Crippa: “Napoli poco concentrato, le colpe principali sono della squadra”

Massimo Crippa
In vista della partita di stasera tra Napoli e Parma, la redazione diTuttomercatoweb.com ha contattato in esclusiva il doppio ex della sfida Massimo Crippa

Leggi tutto...

Commenti (208) Visualizzazioni: 227

C’è un digiuno sotto porta da rompere. Anche se Zapata…

Higuain . Marek Callejon
Che potessero venire meno proprio i big, coloro che hanno il compito di spingere il pallone nella rete avversaria, Benitez non l'avrebbe mai potuto immaginare. Ma è successo proprio così, i numeri non mentono. E tra i mali del Napoli già noti (le ripetute amnesie difensive) ora s'è aggiunto anche quello di non riuscire a far gol per cui tutto diventa più problematico. I bomber del Napoli negli ultimi tempi hanno fatto fatica a trovare la via della rete. Spesso e volentieri hanno mancato il bersaglio per troppa precipitazione. Altre volte sono risultati non pervenuti. E di conseguenza, la filosofia di riuscire a segnare un gol in più dell'avversario s'è rivelata una chimera.

Leggi tutto...

Commenti (22) Visualizzazioni: 96

Rassegna stampa del 18 dicembre 2014

Il Corriere dello Sport

Leggi tutto...

Commenti (8) Visualizzazioni: 50

Serie B: Riepilogo 18ª giornata (2014/15)

Serie B 2014 - 2015Risultati e marcatori

Bologna-Frosinone 2-2 - 33′ D. Ciofani (F), 49′ Bessa (B), 62′ aut. Oikonomou (F), 85′ Maietta (B)
Brescia-Spezia 0-1 - 2′ Situm
Carpi-Modena 1-0 - 79′ Mbakogu
Cittadella-Bari 0-1 - 92' Minala
Crotone-Pro Vercelli 0-1 - 86′ Belloni
Livorno-Catania 4-2 - 9′ Jelenic (L), 35′ Chrapek (C), 57′ rig. Calaiò (C), 78′ Jefferson (L), 80′ Galabinov (L), 89′ Siligardi (L)
Pescara-Avellino 0-0
Ternana-Virtus Lanciano 0-1 - 72′ Mammarella
Trapani-Perugia 2-2 -16′ Vidanov (T), 41′ Basso (T), 49′ Goldaniga (P), 79′ rig. Falcinelli (P)
Virtus Entella-Vicenza 2-1 - 16′ Mazzarani (VE), 62′ Cecchini (VE), 88′ Cocco (VI)
Latina-Varese 1-0 – 75' Viviani

Leggi tutto...

Commenti (42) Visualizzazioni: 176

Mafia Capitale - Spunta il nome del locale di Daniele ‘Gastone’ De Santis

mafia capitaleNelle carte dell'inchiesta su "Mafia capitale" spunta la società Boreale, la stessa del circolo dal quale partì l'attacco di Daniele De Santis al pullman dei tifosi del Napoli, finito nel ferimento mortale di Ciro Esposito. Della "Us Boreale srl" scrivono i carabinieri a proposito di Roberto Viglianti, titolare della società e "in diretto contatto con Riccardo Brugia e Massimo Carminati – annota il Ros – con i quali appare mediare la compravendita di immobili e attività commerciali su Roma". Viglianti, che non risulta indagato, con la Us Boreale è coinvolto "nella gestione dell'area del laghetto del Parco di Tor di Quintò, vicino a dove avvennero l'assalto e il ferimento di Esposito.
Viglianti ha partecipato alla costruzione di un asilo e altre strutture nel Parco, nell'ambito dei progetti "Punti Verdi Qualità del Comune", oggetto di altre indagini e secondo il Ros tra gli interessi del gruppo di Carminati.Viglianti ha contattato più volte il dirigente della Roma ed ex giocatore dello stesso club Antonio Tempestilli, che chiama Toni. "Stefano (per il Ros l'architetto dei lavori nel parco) ha detto che sta andando bene – dice Viglianti a Tempestilli il 6 settembre 2012 – (...) serve un altro mese per tutta la documentazione (...) e poi probabilmente si parte".
I due discutevano poi – annotano i carabinieri – delle suppellettili per l'asilo, del modo per estromettere l'Unione italiana sport per tutti (Uisp) e della controversia con un socio che aveva chiesto di riavere la quota. "Non è la stessa Boreale, è un'altra che ha i terreni a un chilometro da qui – fanno sapere gli occupanti della destra sociale del circolo dove viveva Daniele "Gastone" De Santis – Volevano coinvolgerci nei loro affari ma li abbiamo cacciati via".

Fonte: Repubblica.it

Leggi tutto...

Commenti (7) Visualizzazioni: 83

Inler-Hamsik: futuro lontano da Napoli?

inlerINLER AL BESIKTAS, MA... – Secondo la Cnn turca per che Gokhan Inler, centrocampista svizzero del Napoli, abbia raggiunto un accordo con il Besiktas. Il calciatore ha un contratto in scadenza nel 2016 e i bianconeri di Istanbul sarebbero pronti a offrire 2.2 milioni netti a stagione, circa 700 mila euro in più di quanto percepisce ora. L'agente del calciatore, Dino Lamberti, smentisce: "Sono delle speculazioni. Vedrete che tra due settimane parleranno di Galatasaray. A parte gli scherzi, in estate il Galatasaray lo cercava davvero ma Bigon mi rispose che il calciatore non si muoveva da Napoli. Allora io consiglia Dzemaili ai turchi e l'affare andò in porto. Inler sta bene a Napoli, ma il rinnovo al momento non è una priorità. Vedremo più avanti".
HAMSIK NEL MIRINO DI WENGER – In occasione del calciomercato di riparazione del prossimo mese di gennaio, il Napoli potrebbe subire qualche "attacco". Le big europee stanno infatti guardando al San Paolo e nel mirino vi è in particolare Marek Hamsik. Il capitano degli azzurri sta vivendo una stagione davvero al di sotto delle attese e sono molti quelli convinti che nonostante le dichiarazioni di facciata, in caso di offerta ad hoc l'ex Brescia potrebbe svestire per sempre la casacca del Napoli. Sulle sue tracce vi sono diverse società straniere fra cui, come sottolineato dal Daily Express, anche l'Arsenal. Wenger è uno storico ammiratore di MareKiaro e qualora recapitasse un assegno da 25 milioni di euro, a quel punto se ne potrebbe riparlare. Molto dipenderà dalla permanenza o meno di Benitez a Napoli.

Fonte: ilsussidiario.net

Leggi tutto...

Commenti (9) Visualizzazioni: 110

Quanto pesa la mancanza di Insigne

Insigne nazionaleQuando il suo ginocchio ha fatto "crac" nella serata del Franchi, nessuno ha pensato di poter rimpiangere Lorenzo Insigne dopo appena tre settimane dal suo stop. L'infortunio ha anticipato di almeno un mese l'argomento calciomercato, ha spalancato le porte ai "pro e contro" Dries Mertens e, infine, ha autorizzato a polemizzare sull'inadeguatezza della rosa. Qualcuno era convinto di aver perso un attaccante, che poteva benissimo essere sostituito da un altro elemento dello stesso reparto. Ed invece, quattro giornate di campionato dopo, il Napoli non è più lo stesso. E' meno bello e meno efficace, più allungato e fragile dietro. Coincidenze? Ne dubitiamo. Insigne, col tempo, ha imparato a conoscersi. Se con Zeman ha creduto di poter diventare un goleador insaziabile, a Napoli ha imparato a sacrificarsi e ha affinato le sue doti di rifinitore. Con Benitez, poi, ha scoperto quanto sia gratificante diventare elemento imprescindibile di un modulo super offensivo. Insigne, col passare dei mesi, è diventato ago della bilancia del 4-2-3-1. Un collante tra centrocampo e attacco. Sempre presente, nonostante alle sue spalle avesse un Mertens tutto guizzi ed inventiva. "Perché non gioca il belga?" si chiedevano in molti. La risposta è arrivata. Senza Insigne, il Napoli ha smarrito l'equilibrio. Non solo esterno. Lorenzo garantiva una soluzione in più ai centrocampisti, oltre che una mano in fase di non possesso e una boccata d'ossigeno ad Higuain e Callejon con quei suoi assist millimetrici che ne alimentavano l'estro e l'imprevedibilità. A San Siro, contro il Milan, il Napoli ha affrontato un "Insigne" vestito di rossonero ed ha capito quanto sia difficile esserne privo. Quel Jack Bonaventura ora in mediana ed ora in attacco, ora centrocampista ed ora esterno che ha infastidito i meccanismi azzurri proprio come Insigne faceva con le difese avversarie. L'arrivo di Gabbiadini completerà numericamente l'attacco, ma non colmerà l'assenza di un calciatore diventato indispensabile solo ora che è fermo ai box.

Fonte: tuttonapoli.net

Leggi tutto...

Commenti (14) Visualizzazioni: 85

Visitatori

Entra

Benvenuto!
Puoi accedere qui sotto se già hai un account oppure cliccare su Registrati.

Chi è online

Abbiamo 62 visitatori e 9 utenti online

Ultimi commenti

Per me oggi non possiamo prescindere dall'argento vivo ed alla guappita' di Gargano.
Soprattutto co...
De Maggio:" Il Napoli atterrato a Doha"

Gesu'...si vedeva che non stavano bene, ma addirittura......
buongiorno a tutti come dicevo ieri sera per la partita di lunedì ci sono 5/6 elementi da cui ripart...
Se lunedì giochiamo come credo con Jorginho-Inler so cuntent!
A viso aperto senza paura...
E' il c...
Napoli - Panoramica del Golfo più bello del mondo.